Focheraccia a Santa Giustina di Rimini

Condividi
  • 76
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La focheraccia, o fogheraccia che dir si voglia affonda una tradizione storica in tutta la Romagna.

Ogni anno si svolge la sera del 18 marzo, proprio per la vigilia di San Giuseppe e quindi della festa del papà.

È un appuntamento che nel corso degli anni non ha perso tutto il suo tradizionalismo, è una serata in cui si può assaporare la vera Romagna in tutto il suo folclore. È una giornata in cui Rimini ritorna ad essere un paese in cui tutta la comunità si riunisce.

Ma sapete qual è il vero significato antico della focheraccia romagnola?

A oggi la festa è dedicata a San Giuseppe, ma non è sempre stato così. Attribuirla ad un santo, assolutamente a tema in quanto patrono dei falegnami, è stata solo una translitterazione cristiana di un cerimoniale  pagano che si era soliti compiere alle porte della primavera come rito propiziatorio per la fertilità della terra.

Anche il falò di purificazione agraria di secoli fa, nel tempo si è trasformato in un’occasione per disfarsi, oltre che degli stralci di potatura, di tutte le cose vecchie che possano essere bruciate.

 

Come ogni anno la Parrocchia di Santa Giustina di Rimini organizza una grande focheraccia alla quale sono invitati tutti per poter gustare insieme ottimo pesce abbinato a fragrante piadina romagnola offerto gratuitamente dalla Chiesa mentre ci si gode tutti insieme il falò.

L’appuntamento è lunedì 18 marzo 2019 per le ore 19.00 presso il grande giardino della parrocchia in Via Emilia 367, al km 5.2, in prossimità del semaforo.

L’orario è volutamente non troppo tardivo, in modo che possano partecipare anche i bambini che vanno a letto presto.

Tutti potranno prendere parte alle degustazione di pesce e piada offerta dalla parrocchia e chiacchierare con gli amici sotto all’ampio gazebo, dotato di sedie e tavoli per rendere più piacevole la permanenza.

I bambini potranno intrattenersi con gli scivoli, le altalene e tutti i giochi del grande parco della Chiesa, disposto proprio a fianco del gazebo “culinario”, in cui i genitori potranno riposarsi mentre hanno ben sott’occhio i propri figli.

Alle ore 20.30 è prevista l’accensione della focheraccia e poi si continuerà a fare festa per tutta la serata!

Durante tutta la serata è previsto l’intrattenimento musicale di 2 musicisti di talento.

 

In caso di maltempo la festa si svolgerà lo stesso.

Nessun rinvio: il ritrovo è sempre dentro il teatrino della parrocchia di Santa Giustina (la casa arancione scuro accanto alla Chiesa) per gustare piada e pesce, deliziati da accompagnamento musicale per tutta la serata.

In condizioni di pioggia e vento il falò esterno non verrà acceso.


Condividi
  • 76
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

Aggiungi un commento

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up