Il glorioso passato delle discoteche riminesi

Condividi
  • 332
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A tutti coloro che hanno vissuto in prima persona il glorioso passato delle discoteche di Rimini, ecco per voi un articolo-nostalgia!

Un nostro membro della community ha voluto condividere preziosi ricordi e cimeli della sua gioventù, affermando:

 

“Ho passato a Rimini la mia infanzia, la mia gioventù, la mia pubertà. E con la precisione austriaca ho raccolto un tesoro di biglietti. I più importanti li condivido adesso. Un viaggio nel passato. Tanti locali purtroppo non ci sono più.”

Tino Karner

 

Rimini è sempre stata riconosciuta per i suoi locali da ballo, che già prima degli anni ’70 invadevano le località romagnole. I più conosciuti, nel corso della storia riminese, sono stati certamente (e alcuni lo sono tuttora) Altro Mondo Studio’s, Blow Up, Carnaby, Embassy, Melody Mecca, Mon Amour, Velvet… solo per citarne alcuni. Al tempo, in questi posti ubicati sul lungomare, non si effettuava nessun tipo di selezione legato all’abbigliamento, ed era fissa la presenza di turisti stranieri quali tedeschi, francesi e scandinavi, che venivano a divertirsi in quelle che sembravano allora più sale da ballo, che le discoteche di oggi. L’orario di frequentazione andava dalle 21 a mezzanotte circa, e non vigeva il gusto per la trasgressione o per il puro “apparire”.

Gli anni ’80 furono il periodo in cui Riccione venne consacrata come capitale della vita notturna in Italia, e questo successo si ripercosse su tutta la provincia. Non era raro che nei locali venissero ospitati personaggi famosi, che fungevano da testimonial. L’importanza del look divenne preponderante anche tra i più giovani, e non era raro che l’ingresso venisse vietato perché troppo “casual”.

Negli anni’90, si assistette all’abbandono dei valori precedenti, legati allo sfarzo e all’ostentazione di eleganza, in nome del desiderio di trasgressione e di scatenarsi, ma anche di una rinnovata attenzione nei confronti dell’aspetto musicale. Oggigiorno, dopo tanti cambiamenti, si è giunti all’avvento dei cosiddetti locali “multifunzionali”, in grado di offrire aperitivi, cene e balli in un contesto più riservato ed elegante.

 

 


Condividi
  • 332
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento