“Lascia un segno” contro la violenza sulle donne

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un segno è un progetto che parla di donne, donne maltrattate e costrette a subire ingiustizie a qualsiasi livello, sia fisico che psicologico. Le violenze sono spesso opera degli uomini a loro più vicine: mariti, compagni, padri e fratelli che agiscono all’interno delle mura domestiche, dove si consuma la maggior parte degli episodi di questo tipo. Tutto questo è una violazione dei diritti fondamentali, a cui nessuno deve sottostare, né tantomeno lasciar passare inosservato. Chiunque è chiamato a combattere e non a fermarsi a sdegno e parole.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Arte & Spettacolo, Coordinamento Donne ACLI Rimini, cooperativa Atlantide e associazione culturale Consorzio dei Saperi. A breve sarà online anche un sito dedicato, www.lasciaunsegno.org.

Giovedì 22 dicembre alle 17:30, presso la Sala del Buonarrivo a Rimini, Lascia un segno verrà presentato nella sua integrità, attraverso il linguaggio dell’arte. All’incontro saranno presenti: Sabrina Zanetti, presidente Acli Arte e Spettacolo, Annamaria Semprini, responsabile provinciale Coordinamento Donne ACLI Rimini, Mila Fumini, Associazione Culturale Consorzio dei Saperi, Federica Casoni, Cooperativa Atlantide, Angela Piegari, Comunicazione/Eventi, Emma Petitti, assessore al bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità Regione Emilia Romagna. L’attrice Tamara Balducci leggerà alcune pagine.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento