Luca Merlanti, IL MERLO di Rimini

Colgo l’invito del gentilissimo Marco Buda e racconterò in breve gli eventi degli ultimi mesi. Mio fratello Luca Merlanti ci lascia (38 anni) dopo una dolorosa malattia conosciuta come Sarcoma di EWING il 27/5/2015.

Non esistono cure risolutive, si va dalla protesi all’amputazione e così è successo a Luca, dalla base del collo scapola e braccio.

Ma in tutto questo non si è mai fermato. Amico di tutti amato dai suoi amici grande organizzatore e punto di riferimento per chi lo conosceva. Mai un lamento facendo credere loro che sarebbe andato tutto bene.

Ha lasciato un vuoto tremendo. Ora il suo ricordo campeggia anche sul quel muro di via Casti. Nato da un progetto del Comune di Rimini ideato da Luca è dal suo amico Mozone che, dopo la morte di Luca ha apportato qualche modifica.

Luca era soprannominato IL MERLO e l’uccellino che parla all’orecchio del bimbo sarebbe Luca, ma lui non ha avuto tempo per vederlo.
Susanna Merlanti (testo e foto)

Stefania Decataldo: grazie mille per averci raccontato la storia di questo splendido ragazzo io non la conoscevo, ma ho mio figlio che frequenta la scuola Casti e quando lo ha visto mi ha chiesto il significato di quel dipinto adesso potrò raccontargli chi era… Grazie Grazie

Micol E Riccardo Giovanardi: sarebbe molto bello poter mettere una targa su quel muro con la storia di tuo fratello… quella che hai appena raccontato! Un abbraccio.

Vincenzo Spagone: bellissimo… Chi vive nei ricordi non morirà mai!

Alessandro Giovannini: luca era un collega ma prima di tutto un amico, una bella persona. Quante volte mi faceva sorridere teneva allegria anche con la sofferenza addosso. Tanti amici in questi anni se ne sono andati troppi, io li porto tutti nel mio cuore e un giorno sono sicuro che ci rincontreremo. Ciao merlo!

Monica Clemente: bellissimo io abito vicinissimo e ogni volta che lo vedrò ora penserò a tuo fratello anche se non lo conoscevo.

Stefano Zamagni: ha sempre sorriso e infuso forza lui negli altri e questo è già di per se un fatto incredibile. Ci ha insegnato tantissima dignità e ci ha stupiti con il suo atteggiamento forte nei confronti degli eventi.

Maria Cristina Fontemaggi: già mi piaceva molto quel murales… adesso ogni volta che passerò di lì per andare da mia mamma il mio pensiero andrà sempre a Luca e a tutte le volte che lo incontravo sulle scale del palazzo dove abitavamo, sempre sorridente.

Federica Mazza: Luca un posto nel mio cuore per te ci sarà sempre! Ci siamo conosciuti da ragazzini e di te mi ha colpito subito la tua determinazione, sicurezza, popolarità ed è così che ti voglio ricordare. Andrò al più presto a vedere il murales. Luca aveva un gran cuore e dal cielo protegge tutte le persone che ha amato. Sono vicina alla famiglia.

Giambattista Tana: Non ti dimenticherò mai Merlo… come ci siamo divertiti quell’estati… sempre allegro…

Daniela Montagnoli: ciao Susanna, sono lieta di aver potuto contribuire alla conclusione di questo splendido progetto che ci ha direttamente coinvolti.

La storia di Luca è da pelle d’oca sarà sempre nei nostri cuori, speriamo che da lassù ci protegga e ci aiuti nella nostra battaglia.

Un abbraccio anche a nome di tutto il Comitato V Peep.

Commenti

Aggiungi un commento

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up