La fazènda la s’ingarbòglia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vènér sé Febrér
(Venerdì 6 Febbraio)
———
La fazènda la s’ingarbòglia.
(La faccenda si complica.Si può anche usare il termine “ingavàgna”da “gavàgn”cesto che si ottiene intrecciando,in modo assai complicato i vimini.)
———-
Me cavàl dunèd un si guèrda ad böca.
(A cavallo donato non si guarda in bocca.I doni si accettano senza obiezioni.)
———-
La dóna che la móv una màsa i fiènch o la è putèna o pòch ad mènc.
(La donna che muove molto i fianchi o è puttana o poco meno.
———
La filastròca dla”Dondla”:
Dondlèina,dondlèina va a magnè da la tu vsèina una bèla pulastrèina.Dundlèina và in te bùs che at daró la róca,e fús e la stópa per filè,ma la mi galèina làsla stè!.
(La filastrocca della “Donnola”:
Donnolina,Donnolina va a mangiare dalla tua vicina una bella pollastrina.Donnolina va nella tana,ti daró la rocca,il fuso e la stoppa per filare ma la mia gallina lasciala stare!.)
———
La dóna bróta sóra la è bèla sóta!.
(La donna brutta sopra è bella sotto!.)
———
Bòna zurnèda ma tót!.
(Buona giornata a tutti!.)
———-
Sa vól di la parola”BAZGA”?
———-

Renato Fattori


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento