Lundé disèt Nuvèmbre

Lundé disèt Nuvèmbre
(Lunedì 17 Novembre)
———-
Se t’ vu che l’amicizia l’as mantènga,da una mèna la vàga e da cl’èlta la vènga!.
(Se vuoi che l’amicizia si mantenga,da una mano vada e dall’altra venga!.)
———–
La möj de calzulèr l’à avù paura che è su marid us butès zó da la mura!.
(La moglie del calzolaio ha avuto paura che suo marito si buttasse giù dalla mura!.Storia in rima senza riferimenti precisi.)
———-
Fàt in là sa chi scarpún che t’àn amàza qualcadún.
(Vai più in la con quegli scarponi che non ammazzi qualcuno!.)
———-
E vèl pió una mòra ma la finèstra ad zènt gagi t’una fèsta.
(Vale più una ragazza mora alla finestra di cento bionde ad una festa.)
———-
Chi ha pruvè i “rós”i pó di ch’ià truvè e “lós”!.
(Chi ha provato i “rossi”di capelli può dire di aver trovato il “lusso”ossia il meglio!.)
———-
Quèl e vó insgnè mi gàt ad agràpès!.
(Quello vuole insegnare ai gatti ad aggrapparsi!.)
———–
E stàbi us cnós per l’udór,i pataca per stèi insèin!.
(Il letame si conosce dall’odore,gli stupidi standoci insieme!.)
———-
Bòna zurnèda ma tót!.
(Buona giornata a tutti!.)
————

Renato Fattori

Commenti

Aggiungi un commento

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up