Mércul vintidó Utóbre

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mércul vintidó Utóbre
(Mercoledì 22Ottobre)
———
Chi un n’à a vint,a trenta un ne compra!.
(Chi non ne ha a vent’anni,a trenta non ne compra-inteso come senno!.)
———-
Tci pròpia un bacóch!.
(Sei proprio uno sciocco!.)
———-
Tàca zèss che me a sò mèstri!.
(Attacca gesso che io sono maestro-comincia pure che io sò già dove vuoi arrivare!.)
———-
E pèr che sia e padròun de vapór!.
(Sembra che sia un gran padrone!.)
———-
Burdèl,arcurdèv sèmpra:oc,gambi e porti vèrti!.
(Ragazzi,ricordatevi sempre:occhio(scaltrezza),gambe e porte aperte(per scappare)!.
———-
L’è dvènt brèv,adès e pèr che us sgavágna!.
(È diventato bravo,adesso sembra che se la cavi bene!.)
———-
D’al vòlti l’è fadíga truvè e bàndul dla matàsa!.
(A volte è difficile trovare l’inizio della matassa!.-risolvere una situazione complicata!.
———
Quèl l’è un che dòrma snó s’un oc!.
(Quello è uno che dorme solo con un occhio!.)
———-
Um pèr cl’àn sia una ragàza ad prim pèl!.
(Mi sembra che non sia una ragazza di primo pelo-che sia alle prime armi!.)
———-
Bòna zurnèda ma tót!.
(Buona giornata a tutti!.)
———–

Renato Fattori


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento