Vènèr trèntun Utóbre

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vènèr trèntun Utóbre
(Venerdì 31Ottobre)
———-
Se quèl che t’àm dís l’è vèra l’è pròpia una gran bèla busia!.
(Se quello che mi dici è vero è proprio una gran bella bugia!.)
———-
I grèd de cmànd i pó de a la testa pió di grèd de vèin
———-
Che fadighèda fè la spóla dè e nota söta la finèstra dl’inamurèda!.
(Che faticata fare la spola giorno e notte sotto la finestra dell’innamorata!.)
———
Quèl l’à fàt cumè S.Antóni che us è inamurè de baghin!.
(Quello ha fatto come S.Antonio che si è innamorato del maiale!.-si diceva quando un ragazzo aveva una brutta fidanzata perchè S.Antonio è il protettore degli animali.)
———–
Tè tci sèmpra l’ultme cumè la roda ad scorta.
(Te sei sempre l’ultimo come la ruota di scorta.)
———–
L’è pèzz dla tempèsta,duvè che pàsa ló,un crèsc piò l’èrba.
———-
E bsugnaria mazèl per ònz ch’ièlt!.
(Bisognerebbe ucciderlo per ungere gli altri!.)
———–
Quèl ch’ilè l’è pèzz d’un dèbit,l’è mèi pèrdli che nè smaril!.
(Quello lì è peggio di un debito,è meglio perderlo che smarrirlo !.)
———-
Bòna zurnèda ma tót!.
(Buona giornata a tutti!.)
———–

Renato Fattori


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento