Vèner vintizínc ad Lói arcurdèma quèlch vèc paragòun

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vèner vintizínc ad Lói arcurdèma quèlch vèc paragòun.
(Venerdì 25 Luglio ricordiamo qualche vecchio paragone.)
————–
Se t’vù stè bèin pésa da spès cumè e chèn.
(Se vuoi star bene piscia spesso come il cane.)
————–
Quel l’ha una fàza cumè e cúl.
(Quello ha una faccia come il sedere!.)
————-
La dòna senza tèti la è cumè e lèt sènza e cuscèin.
(La donna senza il petto è come il letto senza il cuscino.)
————-
Ui dà una grézia cumè e chèn a magnè l’ài!.
(Ci dà una grazia,a lavorare,come il cane a mangiare l’aglio!.)
————
Cùm stét?A stagh cumè e pèss in te paièr!.
(Come stai?stò come il pesce nel pagliaio!.)
————-
L’à una tèsta cumè una mazóla.
(Ha una testa come una mazzola(pesce con testa grossa).
————
Bóna zùrnèda ma tót !.

 

Renato Fattori


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento