La dòna emancipèda

Condividi
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La dòna emancipèda
————————
Quand che sóna la sveglia
la matèina l’è la dóna che
l’às èlza prèima.
Cumè un ràz la scapa fóra
e marid l’insógna ancora!.
L’às infila la vestaglia
e pasand te curidur
la tira urli mi su fiull che,
a pruvè ad lasei durmi,
Is alzaria a fè claziòun
quand clè ora ad bandiziòun.
La èintra ad cùrsa tla cusèina,
la và un pó aventi e indrè
ma l’ai n’à mèla da fé………
s’un suspir l’as mèt d’isdè
e la prepèra un bón cafè.
E su marid,te gabinèt,e
guèrda e tèimp cumè che
us mèt e,per fè dó lavur,
e sloga e fil me su rasur.
Fóra dla porta e sènt urlè:
fa prèst ba ch’ó da pisè!.
E scapa za incazèd,ma e
fiól grand l’è za apustèd
e l’afròunta e gènitór
dmandànd i sòld per e mutór;
bsògna che cambia la candela
e ui vó ènca la miscela!.
La möj la ha fní da bè e cafè
e la cór te bagn a fè e bidè.
Ba’e fiùll i fà claziòun ,LÈA,
l’as vistès cun e fiadòun
la cuntenua però a urlè da
fè prèst che bsògna andè
perchè agl’ÒT la ha da Timbrè!.
Ëc l’inizi dla zurnèda
d’una dóna EMANCIPÈDA !.
——————
La donna Emancipata
————————-
Quando suona la sveglia
la mattina è la donna
che si alza per prima.
Come un razzo salta fuori
e suo marito dorme ancora.
Si infila la vestaglia
e passando nel corridoio
tira urli ai suoi figli che,
a provare di lasciarli dormire,
si alzerebbero a far colazione
all’ora della benedizione!.
Entra di corsa in cucina,
và un pó’avanti e indietro,
ma ne ha mille da fare……..
con un gran sospiro si siede
e si prepara un buon caffè.
Suo marito dal gabinetto
guarda il tempo come si mette
E per fare due lavori allunga
il filo al suo rasoio.
Fuori della porta sente urlare:
fà presto babbo che devo
pisciare!.
Esce già incazzato,ma c’è
il figlio grande appostato
e affronta il genitore che
domanda i soldi per il motore;
deve cambiare la candela
e ci vuole anche la miscela.
La moglie ha finito col caffè
e corre nel bagno a fare
Il bidè.
Babbo e figli fanno colazione
lei si veste con il fiatone,però
continua a urlare di far presto
che bisogna andare perchè
alle OTTO deve TIMBRARE!.
Ecco l’inizio della giornata
di una donna EMANCIPATA!!.
———————-
(Renato Fattori 1991)


Condividi
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    Aggiungi Attività