La pulenta. La polenta.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La pulenta.
Luna sfata te caldìr
fròtt de sol e d’la fadiga,
t’fèmagnè chi
arcolt da tonda ma la tèvla
è sa è travai cativ dla fèma.
Mo enca è sapor dolc
dal paroli dète pine
senza avenz te piat dl’anma.
La miseria grosa la sta tla testa
na tla penza!

La polenta.
Luna sciolta nel caldaio
frutto di sole e di fatica,
sazi chi
raccolto attorno ad una tavola
sa il travaglio cattivo della fame.
Ma anche il sapore dolce
di parole dette piene
senza avanzi nel piatto dell’anima.
La miseria grande sta nella testa
non in pancia!

Giancarlo Frisoni


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento