Lezioni di primo soccorso

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel corso della nostra vita, è possibile imbattersi in qualcuno, che sia uno sconosciuto o una persona a noi vicina, alle prese con un improvviso problema di salute. Poiché in questi casi è molto probabile che il soccorso degli specialisti tardi ad arrivare, occorre munirsi di coraggio e praticare noi stessi il primo atto di assistenza sul povero malcapitato. Dal momento che non tutti dispongono di conoscenze mediche approfondite, è possibile che l’idea di soccorrere una persona spaventi un po’ all’inizio, tuttavia, le tecniche che andremo ad apprendere insieme possono essere svolte agevolmente anche senza una cultura clinica di base.

Passiamo ora ad elencare i casi più comuni di malessere in cui ci si può imbattere, e i relativi trattamenti da esercitare:

  • OSTRUZIONE DELLE VIE AEREE (ADULTI E BAMBINI) – Quando una persona smette all’improvviso di respirare correttamente, magari per del cibo deglutito male, è opportuno controllare la propria ansia. Vedere una persona impossibilitata a respirare può essere coinvolgente dal punto di vista emotivo, ma e comunque opportuno mantenere la calma. Se l’ostruzione è parziale, il malcapitato sarà costretto a tossire. La tosse è infatti il meccanismo di sopravvivenza migliore che abbiamo in questi casi, perché provoca una pressione all’interno del torace, provocata dalle contrazione dei muscoli respiratori, che porta ad espellere il corpo estraneo dannoso alla propria respirazione. Se l’ostruzione è invece totale, e la vittima non può nemmeno tossire (con il gesto istintivo di portarsi le mani al collo), sarà necessario intervenire. Ecco alcune tecniche essenziali da apprendere, visibili nel video sottostante.

 

 

  • ARRESTO CARDIACO – In questo caso, sarà opportuno attuare una rianimazione cardiopolmonare in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Così facendo anche gli inesperti potranno dare soccorso immediato e salvare una vita.

 

 

  • INCIDENTI O MALORI GENERICI – Qui rientrano più cause, che vanno dal contatto con una fonte di elettricità alla respirazione in ambienti saturi di fumo o gas. Oltre a ciò che dobbiamo fare, ci verrà spiegato anche ciò che non si deve fare, per non nuocere ulteriormente alla salute del poveretto.

 

 

Vogliamo ricordare inoltre che, per tutti quei genitori che intendono approfondire l’argomento per salvaguardare i propri figli, sarà possibile partecipare ad un “Incontro sulle manovre di disostruzione pediatrica”. L’incontro, organizzato dalla Croce ossa Italiana, sarà diviso in lezione teorica e pratica, e verrà spiegato come effettuare le più tipiche manovre salva-vita su neonati e bambini, come la manovra di Heimlich. È opportuno ricordare che l’intervento va effettuato fin da subito, senza aspettare l’ambulanza. Questo vale per genitori, insegnanti e chiunque si prenda cura dei bambini.

L’incontro si svolgerà sabato 18 marzo alle ore 10:00 presso il Centro per le Famiglie di Rimini, in Piazzetta dei Servi, 1.

È obbligatorio iscriversi, a partire da una settimana prima, telefonando al numero 0541 793860.

Infine, se anche voi siete genitori e volete il meglio per i vostri figli, questa pagina potrebbe fare al caso vostro:

 

programma-2017-centro-per-le-famiglie-di-rimini


Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento