“Sei di Rimini Se” e la solidarietà verso la famiglia truffata per le vacanze

Condividi
  • 461
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Era il 16 Luglio 2017 quando una mamma, Laura, scrive nel cuore della notte sul gruppo “Sei di Rimini Se” questo post:

“Ho due bambini piccoli alla quale avevo promesso che li avrei portati al mare. Il più grande oggi aveva fatto la sua valigina mettendo dentro solo i costumi… saremmo dovuti partire domani dopo 4 anni senza ferie e sacrifici perché nella mia famiglia lavorava solo il mio compagno fino ad aprile di quest’anno.. e invece oggi la signora che ha preso la caparra per l appartamento sul mare ha staccato il telefono… ha preso i soldi e ha distrutto il sogno di un bambino e.anche le nostre finanze costringendoci a rimanere a casa perché ormai non si trova più nulla.. come può esistere gente del genere? Come fare per riprendere i soldi? Come faccio a dire ai miei bimbi che non si va da nessuna parte perché al mondo esistono anche questo tipo di persone? Sono distrutta.”

Un’altra truffa delle vacanze che fa iniziare una gara di solidarietà tra le persone del gruppo che si prestano, come possono, ad offrire aiuto alla signora fino a che la proprietaria di un hotel riminese scrive:

Io ho un albergo in gestione, ho una camera quadrupla libera ma senza aria condizionata. È a vostra disposizione per 4 giorni, forse 5, gratuitamente. Dopo mi si occupa…
Se vi accontentate e mi date il tempo il tempo di prepararla vi aspetto.”

La turista che ha subìto il raggiro resta sbalordita e quasi incredula scrive:

“Non avevo intenzione di chiedere nulla, volevo solo raccontare il mio dispiacere e portare i bambini al mare. Poi ho trovato una solidarietà che non mi aspettavo. Ora siamo in viaggio per Rimini: il soggiorno ovviamente lo pagherò.”

L’albergatrice vuole spiegare meglio la sua scelta e chiarisce:

” Sono l’albergatrice che ha offerto il soggiorno. Sono siciliana, trapiantata in provincia di Modena e da aprile vivo a Rimini per gestire l’hotel. Per me questa vita vuol dire seguire un sogno e fare del mio piccolo e modesto hotel un luogo dove sentirsi a casa. Non ho pensato minimamente a nessuna strategia di Marketing (io povera sono nata e povera morirò…) non mi impoverirò a causa di questi giorni di vacanza offerta. Sono mamma di 3 figli e so cosa vuol dire non arrivare a fine mese e risparmiare per andare in vacanza. Quando ho letto il post di Laura non ci ho pensato due volte. Sono felice che abbia accettato. Posso garantirvi che non pagheranno nulla. Il dubbio che la storia non sia vera può venire ok, ma prendete ogni tanto una notizia per il buono che ha. Non pensate sempre al peggio…. Comunque, i ragazzi si fermeranno fino a venerdì così potrò spupazzarmi quella piccola peste di Martina un giorno in più e quello che faranno per sdebitarsi, al massimo, sarà offrirmi una fiorentina quando andremo a trovarli…Ecco forse questo potrebbe non essere uno scambio conveniente 

Anche questa volta il cuore e la bontà dei riminesi si sono fatti notare e noi non possiamo che essere orgogliosi della nostra città, di chi ci vive e del nostro fantastico gruppo!!

 

 


Condividi
  • 461
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento